Come calcolare lo sconto o l’eccesso di soda?

I termini “sconto soda”, in italiano, o “superfatting”, in inglese, vogliono dire la stessa cosa e cioè: lasciare nel sapone finito una parte di grasso “libero”, non saponificato. Il fatto che una parte del grasso resti intatto, significa che diminuisce leggermente il potere detergente del sapone (potere detergente dato dalle caratteristiche di ciascun grasso) e che quindi il sapone sarà più delicato. Lo sconto della soda nei saponi solidi ha un range che, di norma, va dal 5 al 12% nei saponi per il corpo, mentre si lavora in eccesso di alcali per quelli da bucato (da più 3 fino a più 10% come spiego in questo post).

Lo sconto 5% è quello base per saponi multiuso, adatti a persone con pelle sana e normale. Lo sconto si calcola in due modi:

  1. Sul totale dei grassi di una ricetta, senza ulteriori aggiunte di oli. Esempio: su 1 kg di olio di oliva, calcolo la soda totale che è 134 g e poi la sconto del 5% e uso quindi 128 g di soda scontata;
  2. Un sistema che ha senso specie nei metodi a caldo è invece il calcolare uno sconto sul totale dei grassi della ricetta e aggiungere una parte di olio dopo la cottura per avere uno sconto complessivo più alto. Esempio: ho un 1 kg olio di oliva su cui sconto il 5%, poi aggiungo 20 g di oleolito dopo la cottura (oleolito che non era stato incluso nel grasso base della ricetta) e vado a uno sconto totale del 7% (5+2).

Imparata questa regola generale, si possono sperimentare delle eccezioni: eccessi di soda per i saponi da bucato (da + 3 a +10%) o sconti molto alti (-12-15%) per saponi super grassi. Scontare molto significa: avere saponi più molli, più rischio di ossidazione, ma questi svantaggi si possono correggere con combinazioni di grassi poco ossidabili, metodo ad acqua scontata, lunghe stagionature.

Queste regole per lo sconto della soda non valgono per i saponi liquidi fatti con idrossido di potassio, per i quali è consigliato di non superare lo sconto massimo del 3%. Nei saponi liquidi addirittura si lavora in eccesso di alcali per tutta una serie di fattori legati all’instabilità della titolazione dell’idrossido di potassio. L’argomento è complesso e, se vi interessa, approfonditelo con testi professionali, non con post su Internet.

Formula per calcolare lo sconto soda caustica nei saponi solidi: 

  1. Prima calcolo la soda totale, moltiplicando il peso dell’olio in grammi per il suo coefficiente di saponificazione. Se ho una ricetta con molti grassi, calcolo la soda per ciascuno e poi sommo i risultati. Se saponifico un kg, cioè 1000 grammi, di olio di oliva e so che il suo sap è 0,134, il calcolo della soda totale è : 1000 x 0,134 = 134 g
  2. Calcolata la soda totale, posso calcolare lo sconto con questa formula:             Soda totale x (100 – sconto voluto) / 100 Nel nostro caso diventa: 134 x (100 – 5) / 100 = 134 x 95 /100 = 127,3 grammi soda

Formula per calcolare l’eccesso di soda caustica nei saponi solidi:

  1. Si calcola la soda totale come spiegato sopra, moltiplicando il peso dei grassi in grammi per il rispettivo Sap.
  2. Si imposta e risolve la seguente formula                                                              Soda totale x (100 + eccesso voluto) /100

One thought on “Come calcolare lo sconto o l’eccesso di soda?

  1. scusa ma non ho capito cosa vuol dire scontare e come si calcola..puoi spiegarmi come si fa e a cosa serve?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

WordPress Anti Spam by WP-SpamShield